la nostra scelta di sostenibilitàscopri di più

CULTURA EDITORIALE

RACCONTACI IL TUO PROGETTO:
è la volta di Black Dog Edizioni
Titoli mai arrivati in Italia e nuove ed accurate traduzioni


Descrizione dettagliata del progetto

Black dog vuole riproporre o, in alcuni, casi proporre al pubblico contemporaneo romanzi e racconti di genere gotico, weird e fantastico nel senso più lato del termine, scritti tra l’Ottocento e il Novecento. Ognuno dei libri presenti nel nostro catalogo sarà corredato da paratesti scritti appositamente per introdurre la nostra proposta narrativa e per sottolineare al meglio i caratteri di attualità presenti in racconti che hanno più di un secolo. Inoltre, i nostri saranno tutti libri illustrati. Nel catalogo di black dog avranno molto spazio le voci femminili perché molto spesso, attraverso la narrativa fantastica, le scrittrici di epoca vittoriana, che in molti casi erano costrette a pubblicare sotto pseudonimo maschile, regalano ritratti della condizione femminile dell’epoca e danno la misura di come il movimento di emancipazione femminile abbia utilizzato come proprio strumento anche le storie di fantasmi. Nella maggior parte dei casi utilizzeremo tavole realizzate appositamente per noi da artisti contemporanei ma, in alcuni casi sporadici, riutilizzeremo le illustrazioni che hanno accompagnato la prima uscita dell’opera in Italia o, in caso non siano mai giunte nel nostro paese, le tavole usate dalla prima edizione originale. Oltre ai libri curiamo un magazine sul nostro sito web (www.blackdogedizioni.it) nel quale proponiamo approfondimenti tematici sulla letteratura di genere e sugli argomenti ad essa collegati.

Descrizione di catalogo e collane

I volumi di black dog si dividono in due collane: Cerbero, che raccoglie i testi più squisitamente gotici, horror e weird e Argo, che presenta, invece, la narrativa fantastica e di avventura e quei testi che hanno gettato le basi del fantasy moderno.

Nel 2019 pubblicheremo 7 volumi: i primi due tomi di una ideale trilogia che raccoglie il meglio della novellistica gotica e fantastica italiana (Racconti italiani gotici e fantastici tomi 1 Esperimenti e tomo 2 Ombre. Un romanzo della maturità di Jules Verne, “Il Padrone del Mondo”. “Il vento nel cespuglio di rose e altre storie del soprannaturale”, un’antologia di sei racconti dell’autrice statunitense Mary Eleanor Wilkins Freeman, che presenta una carrellata di personaggi femminili straordinari e dà un ritratto della condizione femminile negli Stati Uniti dei primi del Novecento assolutamente fedele e vivido. Contemporaneamente a questa antologia uscirà un romanzo molto particolare, al quale tengo particolarmente, ovvero “The house of the Wolfings” di William Morris, l’eclettico artista, architetto, socialista e linguista inglese che, per stessa ammissione di J. R. R. Tolkien, ha ispirato la più famosa “Terra di Mezzo”. Con questa storia, che intreccia vicende storiche a suggestioni soprannaturali tipiche della mitologia norrena, William Morris ha gettato le basi di uno dei generi letterari più diffusi nella seconda parte del Novecento: il fantasy. A questi titoli si aggiungerà in autunno un romanzo distopico e, per Natale uscirà una “strenna natalizia”, un libro in grande formato, illustrato a colori. Una sorpresa.

Come avviene la ricerca

I testi da pubblicare sono selezionati oltre che per il loro valore letterario, anche per il messaggio che sottendono. Come anticipato, la nostra intenzione è quella di proporre al lettore libri gradevoli che, però, facciano riflettere su tematiche contemporanee. Ad esempio, nel primo tomo dei “Racconti italiani gotici e fantastici” si trova la novella “Il pugno chiuso” di Arrigo Boito, che porge spunti di rflessione importanti su un tema di strettissima attualità, come il razzismo. I testi sono selezionati, oltre che attraverso il nostro gusto e il nostro retroterra culturale, anche affidandoci a esperti di letteratura italiana e straniera, come Dario Pontuale, Andrea Comincini, Simona Zecchi o Angelica Palumbo. Nostra intenzione è quella di proporre testi stranieri mai arrivati in Italia o non pubblicati da tempo e classici italiani mai ripubblicati dopo la prima uscita o ripresentati attraverso accurati paratesti che ne sottolineino la valenza e facciano cogliere appieno gli elementi di attualità che recano.

Come si svolge l’editing

Pubblicando solamente classici il nostro approccio all’editing è un poco particolare. I testi italiani storicizzati, ovviamente non possono essere in alcun modo toccati; per quelli stranieri ci limitiamo, di comune accordo con i traduttori, a trovare la versione più fedele ed al contempo più leggibile per il lettore contemporaneo. Questo, però, sempre nel rispetto della professionalità dei traduttori

 Quali le politiche di distribuzione

Attualmente ci affidiamo a distributori regionali che coprono praticamente tutto il territorio nazionale ad eccezione del Nordest e dell’estremo sud. Ovviamente siamo anche presenti sui principali negozi on-line.

Quali obiettivi vi ponete

Il nostro principale obiettivo è quello di presentare al pubblico italiano perle della letteratura ottocentesca, tentando di far cadere il velo di sospetto che ammanta ancora la letteratura di genere. Inoltre, troppo spesso si crede che i nostri autori Ottocenteschi siano pochi e poco produttivi, quasi noiosi: questo è, purtroppo, il ritratto che ne porge certa didattica stanca e ripetitiva. Noi tentiamo di far conoscere la vitalità e la gradevolezza della nostra letteratura, al di là del Manzoni… Tramite il gotico, il weird e il fantasy vogliamo anche far ragionare i lettori, mostrando come alcuni dei problemi che ci sembrano più attuali siano, in realtà, presenti nella storia dell’uomo da molto tempo e come non sia mai inutile riflettere sulla nostra storia per fare in modo che alcune delle sue pagine più oscure non si presentino di nuovo. Inoltre vogliamo aprire una grande finestra sulla narrativa al femminile.

Lo sguardo alla letteratura femminile e perché?

Perché quella delle donne è sempre stata una voce estremamente potente, ma, purtroppo, spesso inascoltata. La “questione femminile”, nonostante i grandi traguardi raggiunti nell’ultimo secolo, è ancora, in gran parte da risolvere; segnali preoccupanti fanno temere un potente regresso. Con alcuni dei nostri testi vogliamo dimostrare quanto sia stato fondamentale l’apporto femminile nella letteratura sia main stream sia di genere. Alcune autrici “insospettabili” hanno pubblicato (spesso sotto pseudonimo maschile, perché la mentalità dell’epoca non tollerava che le donne potessero parlare di alcuni argomenti) straordinarie ghost stories o gettato le basi della letteratura distopica. Una delle nostre prime uscite, “Il vento nel cespuglio di rose e altre storie del soprannaturale” raccoglie sei storie di fantasmi in cui protagoniste assolute sono le donne. Queste storie, pubblicate per la prima volta nel 1905 negli Stati Uniti, presentano sei ritratti di donne forti e decise che, in modo molto pratico, si trovano a dover affrontare situazioni assolutamente fuori dell’ordinario. Da questa bella antologia partirà il nostro viaggio all’esplorazione del mondo femminile e, durante questo viaggio, toccheremo le tematiche care al movimento che si è battuto per l’emancipazione femminile.

Share

Cultura editoriale – raccontaci il tuo progetto: Black Dog Edizioni