la nostra scelta di sostenibilitàscopri di più

ANTEPRIMA ZEST – LETTURA ESTRATTO

Esiste un mondo a venire? | Déborah Danowski – Eduardo Viveiros De Castro
Saggio sulle paure della fine
traduzione: Alessandro Lucera e Alessandro Palmieri
Nottetempo – collana: figure

Che ne sarà di noi?

Lo scioglimento dei ghiacci, l’estinzione di specie animali e vegetali, l’esaurimento dei suoli, l’aumento della temperatura sono solo alcuni dei parametri che in questo momento stanno letteralmente andando fuori scala, mettendo in scacco l’umanità intera. Il processo è irreversibile, tutto ciò che può essere fatto è troppo poco e troppo tardi. E allora si interpellano la filosofia e la politica alla ricerca di una via di uscita impossibile.

Dopo aver passato in rassegna tutta una serie di mitologie occidentali sulla fine del mondo, che vanno dal cinema alla letteratura, dal giornalismo alla teoria politica, dalla religione alla filosofia, Danowski e De Castro cercano di mettere in evidenza i pericoli che dobbiamo affrontare in questo momento storico e le possibili soluzioni.
E giungono alla conclusione che i popoli amerindi possano fornirci modelli di organizzazione, concezioni filosofiche, tecniche a basso impatto tecnologico in grado di permetterci una possibile resistenza.

Per gentile concessione della casa editrice potete leggere un estratto qui


Déborah Danowski insegna filosofia alla Pontificia Universidade Catolica do Rio de Janeiro (PUCRio) ed è ricercatrice presso il Conselho Nacional de Desenvolvimento Cientifico e Tecnologico (CNPq) in Brasile.
Eduardo Viveiros De Castro è professore d’antropologia sociale presso il Museu Nacional (Università federale di Rio de Janeiro), e ricercatore presso il Conselho Nacional de Desenvolvimento Cientifico e Tecnologico (CNPq).
Share

Esiste un mondo a venire? | D. Danowski – E. V. De Castro

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *