la nostra scelta di sostenibilitàscopri di più

Selezione di poesie di SIBILLA ALERAMO (Alessandria, 14 agosto 1876 – Roma, 13 gennaio 1960)


Dalla sezione Momenti

Nuda nel sole

Nuda nel sole
per te che dipingi sto immobile,
il seno soltanto ritmando.
La vita gagliarda nel cuore.
Come un cielo d’aurora
è per te questa mia forma lucente,
un prato un’acqua una solitaria fiorita di petali,
tralci di vigna in festività.


Dalla sezione Sì alla terra

Lampo

In un viso, nel riso d’uno sguardo,
in una calda voce,
lo stesso, ecco, mistero lampeggia
ch’è in un tralcio in fiore,
ch’è in nuvola d’oro,
lo stesso dei venti e dell’onde impeto e ritmo,
e del bagliore alto del ghiacciaio
campato ne l’azzurro…


Dalla sezione Imminente sera

Così a me t’inginocchi

Così a me t’inginocchi,
buono su te l’odore dei tuoi vent’anni,
l’anima ove ti miri,
in salvo recata da mia remota giovinezza,
t’assicura che né il peso del tempo
né ardua sorte
mai ad alterare varranno
questa che in te amo intima grazia,
– e io da molto sarò soltanto lume e ricordo,
e generoso tu
lotterai e canterai tuttavia,
com’eri ancor colpita,
ahi quanto tu non sappia mai,
ti canto e ti accarezzo,
dall’inesausta vita d’improvviso donato,
così dinnanzi a me inginocchiato,
buono su te l’odore dei tuoi vent’anni.

Poesie tratte da Selva d’amore, Newton Compton Editori

Share

Sibilla Aleramo – Tre poesie su ZEST