la nostra scelta di sostenibilitàscopri di più

SOLDI GRATIS | Vincenzo Imperatore
Sperling & Kupfer 2019

di Paolo Risi

Un manuale di autodifesa finanziaria. Così Vincenzo Imperatore definisce il suo libro uscito per Sperling&Kupfer, ultimo di una serie che da differenti prospettive indaga e prova a smascherare i fatti, le strategie e gli scandali avvenuti nelle “segrete stanze” degli istituti bancari.

Imperatore è un ex manager bancario, per oltre vent'anni è stato dall'altra parte della “barricata”, a contatto con una realtà sempre più inquinata dall'esigenza di creare utili e profitti senza guardare in faccia a nessuno.

Nei suoi primi tre saggi-inchiesta (Io so e ho le prove, Io vi accuso, Sacco Bancario, usciti per Chiarelettere) Imperatore scoperchiava, per così dire, il vaso di Pandora, realizzando un iter conoscitivo per certi versi spiazzante e inedito; ora, con Soldi Gratis, il focus si sposta sul versante applicativo, della didattica finanziaria di base, trattando argomenti troppo spesso ignorati dai cittadini comuni.

Il volume contiene molti esempi pratici, avvertenze, test e soluzioni che – rimarca Imperatore - nessun illustre professore si curerebbe di insegnare perché troppo semplici. Eppure il rapporto con gli istituti di credito è sempre più stretto, informa di sé molteplici aspetti della nostra vita, sia in ambito famigliare che lavorativo. L'esigenza era quindi di mettere a disposizione un manuale che, un passo alla volta, fornisse strumenti adeguati e rendesse i clienti degli istituti bancari meno ignoranti e manipolabili.

A me piace l'idea di dotarvi di un kit semplice ed efficace che solleciti e sviluppi la vostra intelligenza finanziaria: questo è l'intendimento dell'autore, che in Soldi Gratis risponde alle domande più essenziali e diffuse: come scegliere una banca sicura, il conto corrente più vantaggioso, il mutuo migliore, come far fruttare i risparmi, come individuare il consulente finanziario di cui fidarsi, come costruirsi la pensione, come non indebitarsi. E a proposito di intelligenza finanziaria, nel volume, al termine di ogni capitolo, viene offerta la possibilità al lettore di testare le conoscenze acquisite attraverso il FAQ (Financial Awarennes Quotient), ovvero il “quoziente di consapevolezza finanziaria”.

Come già accennato, Vincenzo Imperatore era inserito, con mansioni di responsabilità, in un primario istituto di credito del nostro paese; nei venti e più anni di lavoro – per sua stessa ammissione - si è posto un unico e pressante obiettivo: fare carriera. La sua è quindi una testimonianza viva, attendibile, che dà la misura di quanto il settore creditizio e del risparmio assistito abbia deviato – negli ultimi dieci anni e oltre - da un'auspicabile linea di condotta deontologica. Scrive Imperatore nell'introduzione: “Intimidire, ricattare i piccoli imprenditori e i risparmiatori che volevano investire o accendere un mutuo: erano forse queste le mie ragioni per andare al lavoro ogni mattina? Per osservare in silenzio i pochi evadere il fisco impuniti e i molti vessati dal sistema? Certo che no. Eppure, inutile negarlo, per anni ho praticato questi metodi.” Da queste riflessioni nasce quindi la volontà di porsi accanto ai cittadini - non solo più “clienti” o “correntisti”, iniziando una nuova professione, quella di consulente finanziario indipendente, allo scopo di contrastare gli abusi bancari e per promuovere le start up e la finanza etica.

Leggendo Soldi Gratis, si comprende come esistano svariati strumenti adatti a tutelarci nei confronti degli istituti di credito; strumenti che però, nella maggior parte dei casi, non ci vengono messi a disposizione o che subiscono delle “manomissioni” in grado di alterarne i principi di utilizzo. Le difficoltà nel comprendere i costi effettivi di un conto corrente, ad esempio, possono essere superate facendo riferimento all’Indicatore Sintetico di Costo (ISC), anche chiamato «TAEG» (Tasso Annuo Effettivo Globale), indice facilmente reperibile sul web o in ogni banca. Altro strumento di garanzia, troppe volte sottovalutato e pilotato, è il “profilo di rischio o finanziario”, che ogni banca è tenuta a compilare insieme al cliente, e che dovrebbe fornire importanti informazioni al cittadino sul suo grado di competenza in materia economica. L'utilizzo del condizionale dovrebbe è quantomai doveroso, in quanto, spiega Imperatore: “in molti casi questo test, e quindi il profilo che ne risulta, non corrisponde all’esatta fotografia dell’investitore, ma a quella che la banca, spesso surrettiziamente, produce per lui precompilando il questionario, cioè spuntando le caselle del test che ritiene più «convenienti». In questo modo gli istituti di credito si precostituiscono la «base» obbligatoria per poter collocare e vendere i prodotti più proficui per loro, non quelli coerenti con il profilo del risparmiatore!”

Dalla scelta della banca, incombenza che riguarda soprattutto i giovani, il più delle volte privi di specifiche competenze, alla costruzione della pensione, con tutte le incognite legate alla solidità del sistema previdenziale, il volume traccia quindi un percorso virtuoso, che può anche essere letto come una lezione di vita. “Step by step” è il metodo adottato da Imperatore, che al di là dei suoi meriti di divulgatore finanziario ancora una volta mette sotto la sua lente di ingrandimento il sistema bancario, denunciandone distorsioni e l'incapacità di porsi, in maniera credibile, “dalla parte del cittadino.”

Share

Soldi gratis | Vincenzo Imperatore