xhamster xvideos pornhub redtube xxx thumbzilla
la nostra scelta di sostenibilitàscopri di più

1Una splendida scrittrice, ironica e pronta a parlare con originalità anche di argomenti apparentemente poco accattivanti.  Come lo studio.

“Oggi non si studia più. E’ da predestinati alla sconfitta. Lo studio evoca Leopardi che perde la giovinezza, si rovina la salute e rimane solo come un cane. E’ Pinocchio che vendi i libri per andare a vedere le marionette. E’ la scuola, l’adolescenza coi brufoli, la fatica, la noia. Il dovere E’ un ombra che oscura il mondo, è una crepa sul muro: incrina e abbuia la nostra gaudente e affollata voglia di vivere nel presente.

Lo studio è sparito dalle nostre vite. E con lui è sparito il piacere per le cose che si fanno senza pensare a cosa servono. La cosa più incredibile è che non importa a nessuno.”

3Nessuno più ne parla, ci dice la Mastrocola; lo studio fa paura, sia agli studenti sia ai loro genitori che li preferiscono quotidianamente inseriti nel gruppo di amici piuttosto che soli e chiusi in casa di fronte a una scrivania. Per questo chi studia è un ribelle.  Appassionato.

Eloisa Zanoni

___________________________________________________________________________
PAOLA MASTROCOLA

Si è resa nota al grande pubblico con il suo primo romanzo, La gallina volante, grazie al quale ha vinto diversi premi letterari. Con Palline di pane è stata finalista al Premio Strega nel 2001 e con Una barca nel bosco si è aggiudicata il Premio Campiello nel 2004. Nello stesso anno viene pubblicato il saggio La scuola raccontata al mio cane.

Nel 2005 viene pubblicato il romanzo Che animale sei? – Storia di una pennuta seguito nel 2007 dal romanzo Più lontana della luna. Nel 2011 viene pubblicato un suo saggio sulla situazione scolastica italiana, Togliamo il disturbo. Nel 2013 viene pubblicato Non so niente di te, romanzo.

Nel 2015 torna ai temi della scuola con il saggio La passione ribelle, edito da Laterza. (Fonte Wikipedia)

Share

Chi studia è un ribelle – Paola Mastrocola